• news


ICStudio Srl al Vinitaly 2016 - 50° edizione del Salone Internazionale dei vini e distillati

vinitaly-logo2016
ICStudio ha partecipato al convegno L'IMPRONTA ECOLOGICA IN VIGNA E CANTINA: UNA LINEA GUIDA organizzato da CCPB e Certiquality che si è tenuto il giorno martedì 12 aprile 2016 ore 10.30 presso la Sala Mozart Palaexpo 1° piano Verona.

Ecco il titolo dell'incontro:“La certificazione dell’Impronta ambientale di Prodotto del vino Morellino di Scansano DOCG – dall’analisi di mercato, al ciclo di vita del prodotto, al green marketing : costi, risultati e vantaggi”

Sono intervenuti a spiegare le modalità e gli strumenti con i quali ha potuto svilupparsi una tale certificazione:
  • Sergio Bucci – Direttore Cantina Vignaioli Morellino di Scansano
  • Fabrizio Cananzi – Presidente ICStudio – Scuola EMAS Ecolabel Toscana

 

 

Il progetto di innovazione ambientale di prodotto della Cantina Vignaioli Morellino di Scansano DOCG nasce da una visione aziendale da sempre improntata all’attenzione al territorio, alle persone ed allo sviluppo sostenibile nella produzione del vino. Attraverso la partecipazione, nel 2013, al Programma del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare per l’ “Impronta Ambientale dei prodotti di largo consumo”, l’azienda ha concretizzato tale visione e realizzato l’Analisi del Ciclo di Vita del suo prodotto (LCA - Life Cycle Assessment) fino ad ottenere la certificazione dell'Impronta di Carbonio del Morellino di Scansano DOCG in conformità alla ISO 14067 e la certificazione VIVA per la misura delle prestazioni di sostenibilità della filiera.

Le fasi di sviluppo del progetto sono state quelle di:

  • Analisi di mercato per individuare il target di cliente potenzialmente interessati al vino ecosostenibile certificato
  • Analisi del Ciclo di Vita LCA (dalla coltivazione della vigna allo smaltimento della bottiglia) e calcolo dell’impronta ambientale del Morellino di Scansano DOCG “Grande Distribuzione” e del Morellino di Scansano DOCG “Roggiano”
  • Certificazione di Prodotto ISO 14067 (Carbon Footprint di Prodotto) delle emissioni di CO2eq per ciascuna delle due etichette di Vino Ecosostenibile
  • Certificazione VIVA Sustainable Wine degli impatti su Aria, Acqua e Territorio
  • Identificazione degli interventi di mitigazione degli impatti ambientali generati. Gli interventi individuati e realizzati a partire dal 2013, e tuttora in corso, riguardano il risparmio idrico ed energetico, la realizzazione di un impianto fotovoltaico a servizio dello stabilimento, l’impiego di bottiglie “leggere” a minor impatto ambientale, la sostituzione del tappo in sughero con analogo tappo “a km 0”, il miglioramento delle pratiche agronomiche con riduzione dei trattamenti con fitofarmaci.
  • Comunicazione e Green marketing. La Cantina Vignaioli Morellino di Scansano ha elaborato ed attuato un piano di comunicazione e green marketing per informare e promuovere verso i propri clienti ed il mercato, le prestazioni ambientali del vino ecosostenibile. Tra le azioni effettuate si cita a titolo di esempio l’esposizione dei vini ecosostenibili certificati in uno stand dedicato a Expo 2015

Alcuni risultati:

Grazie agli interventi di mitigazione adottati, nel periodo da agosto 2014 ad agosto 2015 sono state evitate l’immissione in atmosfera di 220 tonnellate di CO2 equivalente (pari ad una riduzione del 9,2% per ciascuna bottiglia di vino ecosostenibile immessa sul mercato). In termini di risultati di vendite delle etichette è stato registrato nel periodo da nov 2015 (data di immissione sul mercato del vino ecosostenibile etichettato) a marzo 2016, un incremento delle vendite (rispetto ad analogo periodo dell’anno precedente) pari all’ 11% per il Morellino di Scansano DOCG Grande Distribuzione e del 12% per il Morellino di Scansano DOCG “Roggiano”. Nello stesso periodo l’incremento medio delle vendite di tutti i vini imbottigliati della cantina è stato del 5%.
La sfida per l’eccellenza nella sostenibilità ambientale della Cantina Vignaioli Morellino di Scansano prosegue con l’attivazione di un Progetto Pilota finanziato dalla Regione Toscana per l’estensione dei criteri di valutazione della sostenibilità alla nuova metodologia sperimentale PEF «Product Environmental Footprint» definita dalla Raccomandazione EU del 9 aprile 2016.

  

APPROFONDISCI

Elenco News