• green-economy



Green public procurement (GPP)

Lo scenario
Il Green Public Procurement - GPP (Acquisti Pubblici Verdi) è definito dalla Commissione Europea come “l’approccio in base al quale le Amministrazioni Pubbliche integrano i criteri ambientali in tutte le fasi del processo di acquisto, incoraggiando la diffusione di tecnologie e lo sviluppo di prodotti validi sotto il profilo ambientale, attraverso la ricerca e la scelta di soluzioni dal minore impatto possibile sull’ambiente lungo l’intero ciclo di vita”.

Attraverso l’adozione diffusa del GPP la Pubblica Amministrazione ha per volumi di domanda, la possibilità di guidare il processo di trasformazione del sistema produttivo e di consumo verso la sostenibilità ambientale, incoraggiando la diffusione delle tecnologie ambientali e lo sviluppo delle produzioni migliori sotto il profilo ambientale.

Il Decreto Interministeriale 135 dell’11 aprile del 2008, revisionato con DM del 10 aprile 2013, ha definito il Piano d’Azione Nazionale per il GPP (PAN GPP), individuando 11 categorie merceologiche (settori prioritari di intervento) per le quali, attraverso successivi Decreti Ministeriali, sono emanati i Criteri Ambientali Minimi (CAM) da utilizzare nell’ambito delle procedure di acquisti pubblici.

Il Piano d’Azione Nazionale per il GPP si applica alle “Pubbliche Amministrazioni aggiudicatrici” come definite dal Codice degli appalti, ovvero Centrali di Committenza, Amministrazioni centrali dello Stato, Enti Pubblici territoriali, Enti Pubblici non economici, Organismi di diritto pubblico ed altri Enti soggetti a controllo o partecipazione pubblica quali Agenzie statali e regionali , Enti Parco, Università, Enti di ricerca, istituti scolastici, ASL, società concessionarie di pubblici servizi e società fornitrici di pubblici servizi.

La soluzione
L’adozione di un Programma di Green Public Procurement, da parte di una Pubblica Amministrazione, rappresenta uno dei principali strumenti per attuare efficaci politiche di sviluppo sostenibile sul territorio e sulla proprio filiera. Adottare un Programma per gli Acquisti Pubblici Verdi significa pianificare ed attuare una innovativa metodologia di gestione dei processi di acquisto tarata su obiettivi e specificità della singola PA, e ispirata a principi di trasparenza e imparzialità.

In particolare i settori merceologici che il Piano d’Azione Nazionale per il GPP (PAN GPP) considera prioritari sono: arredi (mobili per ufficio, arredi scolastici, arredi per sale archiviazione e sale lettura); edilizia (costruzioni e ristrutturazioni di edifici e strade); gestione dei rifiuti, servizi urbani e al territorio (gestione del verde pubblico, arredo urbano ); servizi energetici (illuminazione, riscaldamento e condizionamento degli edifici, illuminazione pubblica e segnaletica luminosa); elettronica (attrezzature elettriche ed elettroniche d’ufficio e relativi materiali di consumo, apparati di telecomunicazione); prodotti tessili e calzature, cancelleria (carta e materiali di consumo); ristorazione (Servizio mensa e forniture alimenti); servizi di pulizia e trasporti. Tali settori, ai sensi del DM 10/04/13, saranno estesi anche alle attrezzature elettromedicali e ai prodotti utilizzati in ambito sanitario.

La nostra metodologia
La nostra metodologia prevede la progettazione e attuazione di un Programma per gli Acquisti Verdi personalizzato sulle esigenze di ogni singola stazione appaltante, e articolato nelle seguenti fasi:

  • Analisi e valutazione dei processi di acquisto e dei prodotti/servizi acquistati
  • Definizione di un Piano d’azione per il GPP che definisca gli obiettivi e le priorità di intervento nell’acquisto di beni/servizi sostenibili, in funzione delle possibilità di riduzione della spesa e del miglioramento ambientale ottenibile
  • Stesura di un Regolamento per l’attuazione degli acquisti verdi
  • Supporto tecnico per la preparazione di gare di appalto in conformità ai Criteri Ambientali Minimi (CAM) del GPP
  • Definizione di un Piano di Monitoraggio per l’attuazione del GPP ed il raggiungimento degli obiettivi

Tutte le fasi del percorso sono condotte dai nostri consulenti in stretta collaborazione con il personale del Cliente per favorire l’apprendimento delle metodologie applicate secondo un approccio learning by doing.

Alla consulenza viene affiancato un percorso formativo propedeutico per il trasferimento delle competenze di base in materia di Green Public Procurement (Corso per Gestore Acquisti Sostenibili, riconosciuto dal Comitato Ecolabel ed Ecoaudit del Ministero dell’Ambiente).



pencil redTi interessa saperne di più? Inviaci una richiesta di informazioni e ti contatteremo!



white space

next next